Link Istituzionali
Comune Di Sondrio
Comune di Castione Andevenno
Provincia di Sondrio
Regione Lombardia
Comunità Montana di Sondrio
Pro Loco Castione Andevenno
Home page > Itinerari > Sull'altopiano di Triangia alla ricerca di incisioni rupestri
 

ITINERARIO 4 - Sull'altopiano di Triangia alla ricerca di incisioni rupestri


Sull'altopiano di Triangia alla ricerca di incisioni rupestri
Visualizza la posizione dell'itinerario direttamente su Google Maps
 
 
Edifici rurali a TriangiaEdifici rurali a TriangiaPrati sull'altopiano di TriangiaVista panoramica verso Ardenno dall'altopiano di TriangiaVista sulle Orobie dall'altopiano di Triangia
 
Da Triangia per il “sentiero delle capre” che parte in cima alle case, verso est, in leggera salita (salvo un paio di rampe), si giunge al ‘quadrivio’ di stradette; di lì si scende a Pradella di Sopra, si attraversa la strada provinciale per arrivare a Pradella di Sotto, si scende per la stradina sterrata fino all’incrocio con il “sentiero della sassa” e si risale quest’ultimo nel tratto terminale. Si perviene così al piccolo altopiano spesso battuto dal vento, mosso da valloncelli ed emergenze rocciose, già di per sé affascinante, ma che offre anche sfondi e vedute panoramiche che compaiono d’improvviso in diverse direzioni (straordinaria le veduta del gruppo dell’Adamello, lontano a est, magari nelle luci rosse del tramonto; verso sud le vette della catena orobica in fondo a lunghe e incise vallate, e, verso ovest, i diversi crinali in successione che separano la ripide valli di versante della costiera retica fino all’imponente dosso montonato della Culmen di Dazio).

In un punto emergente, un masso erratico di medie dimensioni presenta una costellazione di coppelle nella faccia superiore, costituendo una delle principali testimonianze dell’uomo preistorico sinora ritrovate nel comprensorio di Sondrio.

Si tratta di “un magnifico esempio di masso coppellato in epoca preistorica”, da attribuire presumibilmente all’Età del Bronzo. Esso “può essere considerato un esempio di “masso-altare” di utilizzo cultuale, con numerosi paralleli in più siti europei”. Non è improbabile che il reticolo dei segni avesse una valenza astronomica. Per la pista tra i prati si torna all’altopiano e quindi a Triangia in pochi minuti..